• Stampa

La festa del Grano in onore di Sant'Anna, quest'anno giunge alla 216° edizione, possiamo dire che non ci sono mai stati momenti di interruzione. La comunità jelsese ha saputo sempre adeguarsi ed adattarsi ai cambiamenti, come in questi ultimi due anni di pandemia..... Sia l'anno scorso che quest'anno, siamo tornati all'ESSENZIALE, PERMETETEMI DI DIRE che stiamo ripartendo dalle origini da quel grano offerto in dono alla nostra Santa nel lontano 1805. Dal momento della mietura il Jelsi diventa un museo a cielo aperto, un luogo dove poter toccare con mano gli intrecci che donano forza ad una tradizione ormai plurisecolare. Le trecce che avete visto realizzare oggi, non sono solo un manufatto ma sono il simbolo della forza di un legame, “uniti per Sant'Anna” non è solo uno slogan è la nostra realtà. A partire dall'unione delle volontà del sindaco, del parroco e del presidente dell'associazione di svolgere in completa sicurezza la processione religiosa, ha convinto il Vescovo prima e le autorità poi a darci fiducia lo scorso anno e confidiamo che la fiducia venga rinnovata anche quest'anno. L'unione dei nostri ARTISTI DEL GRANO che anche quest'anno hanno dovuto accettare quanto imposto dalle autorità di sicurezza, restando fermi, non realizzando l'opera che magari avevano immaginato da mesi. L'unione tra comunità e istituzione scolastica, attraverso un progetto di partenariato tra la nostra associazione e l'istituto comprensivo Madre Teresa di Calcutta, che ha permesso di far ripartire la nostra SCUOLA DEL GRANO, progetto volto a trasmettere alle nuove generazioni le tecniche artistiche di lavorazione del grano con la scuola del CARRO e le tecniche di lavorazione delle SPIGHE con la scuola delle TRECCE. Ogni intreccio è trasmissione di sapere e consolidamento di un legame intergenerazionale. Il programma del 26 è riportato all'ESSENZA, il cuore della festa, la centralità della fede popolare, prevede celebrazioni religiose in chiesa madre con ingressi contingentati, nel rispetto della normativa anticovid, della normativa antiterrorismo, con il sostegno di un piano di sicurezza dettagliatamente ed accuratamente elaborato, processione religiosa con la Santa trasportata su di un carro realizzato dal comitato in collaborazione con i ragazzi che hanno partecipato alla scuola del GRANO. Alla sera vorremmo che si concludesse la giornata con una solenne messa di ringraziamento da svolgersi all'aperto, in cui saranno invitate anche le autorità civili e religiose. Gli ingressi saranno regolati secondo normativa, ma per permettere agli amici vicini e lontani di essere insieme a noi in occasione della festa, abbiamo attivato un servizio di dirette streaming dal mattino alla sera, così, seppur virtualmente, le distanze si accorceranno. Vi ringrazio nuovamente per l'attenzione dimostrata e vi invito a seguirci sui nostri canali social quest'anno e magari il prossimo anno, se il covid ci avrà lasciato, a venirci a trovare a Jelsi! Il Presidente Luigi Michilli